Alcune app di gioco usano il microfono dello smartphone per sapere cosa guardi in tv

  • Alcune app di gioco usano il microfono dello smartphone per sapere cosa guardi in tv

    Alcune app di gioco usano il microfono dello smartphone per sapere cosa guardi in tv

    Secondo il New York Times, almeno 250 app di giochi presenti su Play Store chiedono accesso al microfono dello smartphone per riconoscere l’audio di programmi televisivi e pubblicità che l’utente sta guardando e indirizzare di conseguenza gli annunci pubblicitari dell’app.

    Sembra fantascienza ma non lo è, queste app includono un software particolare in grado di carpire le abitudini di fruizione televisiva attraverso il microfono dello smartphone, e lo fanno in modo non sempre dichiarato. Un esempio eclatante è stato quello dichiarato dalla testata The Verge che ha installato l’app Endless 9*9 puzzle della Imobile Game Studios, la quale ha chiesto immediatamente l’accesso al microfono e alla localizzazione, senza specificare il motivo e senza approfondire. Solo entrando nelle Impostazioni del gioco, si scopre che l’app monitora di default i dettagli delle visualizzazioni TV per mostrare contenuti e annunci relativi alla TV.

    Negli Stati Uniti questa attività è stata già condannata diverse volte e la Federal Trade Commision ha richiamato svariati sviluppatori di app Android sul fatto che gli utenti dovessero essere informati correttamente di quali dati raccolgono le loro app, in che modalità ciò avviene e per quale motivo.

    Ecco perché è buona norma verificare bene nel pannello impostazioni di ogni app le modalità di accesso ai nostri dati, anche se normalmente nessuna app dovrebbe commettere pratiche illecite di questo genere.

    Iscriviti subito alla newsletter Ribo