News / martedì 9 December 2014

Mobile APP

Mobile APP

Mobile App, 9 aziende italiane su 10 le vogliono a supporto dei processi!

La tecnologia e l’innovazione hanno un forte appeal, la loro concreta integrazione con i sistemi aziendali sta diventando un processo quasi quotidiano nelle aziende italiane: sta aumentando infatti l'adozione di soluzioni su tablet e smartphone per alzare la produttività e facilitare il lavoro interno.

Il 51% ne ha già adottata una, il 40% intende farlo, solo il 9% non è interessato. Le più diffuse sono quelle operative, per le vendite e il lavoro “sul campo”.

Ribo è puntuale anche su questo versante: la piattaforma Smart.1 con la raccolta ordini permette l’integrazione con il sistema aziendale, alta quella con i Sistemi Informativi e l’opportunità di avere il proprio gestionale a portata di mano in mobilità. La possibilità di avere con sé in tutta sicurezza, informazioni strategiche, con funzionalità avanzate e innovative, anche offline è un fattore molto apprezzato dai clienti che già utilizzato Raccolta ordini su Smart.1.

Un’analisi dell’Osservatorio Mobile Enterprise del Politecnico di Milano di Redazione Analisi e ricerche, evidenzia come moltissime imprese, praticamente in tutti i settori, stanno iniziando o portando avanti una strategia Mobile, sia per interagire con il mercato tramite il nuovo canale, sia per aumentare la produttività e semplificare il lavoro dei propri dipendenti. Secondo l’Osservatorio Mobile Enterprise del Politecnico di Milano, l’uso di Device e App a scopi lavorativi da parte dei 13 milioni di Mobile Worker italiani nel 2014 ha fatto recuperare 9 miliardi di euro di produttività.

Le soluzioni presenti nel mercato Mobile Entreprise definito nella ricerca dell’Osservatorio, che rendono disponibili e fruibili ai professionisti le funzionalità per svolgere il loro lavoro su smartphone e tablet, possono classificarsi in 3 categorie:

• “Operative”, sviluppate (o personalizzate) per supportare specifici processi di business: Sales Force Automation, per i processi di vendita, marketing, promozione e merchandising; Field Force Automation, per gli altri processi sul campo (manutenzione, trasporto, ecc.); Warehouse & Stock Management, per la gestione di magazzini e aree di stoccaggio.  

• “Office Practice Automation”, sviluppate (o personalizzate) per supportare processi organizzativo-amministrativi con funzionalità specifiche come compilazione nota spese, richieste permessi, e così via.  

• “Personal Productivity”, sviluppate (o personalizzate) per visualizzare applicazioni di dashboard e reportistica, soluzioni per la comunicazione di informazioni ai dipendenti e così via, o a supporto di elementari funzioni di produttività individuale (elaboratori di testi, fogli di calcolo, ecc.).

Vendite e "Field force automation" i processi più urgenti da rendere "mobili"

I CIO italiani sono sempre più intenzionati a introdurre Mobile App per cogliere appieno i benefici della Mobility. L’Osservatorio ha interpellato 194 CIO e Responsabili di Sistemi Informativi italiani, ricavando che ben il 51% di essi le ha già implementate, in netta crescita rispetto al 35% del 2013. Solo il 9% non ne ha ancora introdotte e per ora non è interessato a farlo, mentre il 40% ha intenzione di introdurle in futuro (nel 12% dei casi si tratta di una decisione già presa). Enzo Leidi, direttore commerciale Ribo, ribadisce che pur crescendo, però, il fenomeno non è ancora pervasivo: tra le aziende che hanno già introdotto soluzioni Mobile, vi è ancora un margine di ottimizzazione dei processi, in più vi è ancora uno scenario di mercato che non ha ancora scoperto la piattaforma Smart.1. La nostra soluzione integrata, è performante e completa, capace di soddisfare ogni esigenza di lavoro fuori ufficio.

  Le App “Operative” sono le più adottate, e registrano un alto grado d’utilizzo degli utenti finali. Quelle di Sales Force Automation, già introdotte dal 37% dei CIO, verranno adottate nei prossimi anni da un ulteriore 41%, a piena conferma del trend di crescita della Mobility applicata ai processi di vendita. Al secondo posto ci sono quelle di Field Force Automation, rivolte principalmente a manutentori, installatori e ispettori: già adottate nel 25% delle organizzazioni, verranno implementate in futuro da un altro 37%. Altre tipologie di App operative sono già state introdotte nel 23% dei casi e lo saranno in futuro in un altro 43%.

  Le App di Office Practice Automation sono invece state introdotte nel 22% delle organizzazioni analizzate, e anche se solo il 10% ne fa già un uso intensivo, sono quelle per cui si riscontra la crescita più evidente. Il 46% dei CIO infatti sta valutando una loro introduzione. Infine le App di Personal Productivity sono già state introdotte dal 25% delle organizzazioni e un ulteriore 45% le implementerà in futuro. Il grado di utilizzo però è il più basso (8%), in attesa che gli utenti ne comprendano appieno tutte le potenzialità.

  Fonte: www.osservatori.net